Il libro della Bibbia

La Bibbia è il libro sacro di Ebrei e Cristiani. Essa narra le vicende del popolo ebraico e della sua Alleanza con Dio, sino alla nascita di Cristo e della prima comunità cristiana.

 

Una biblioteca di libri

La Bibbia, dal greco βιβλία (biblìa) che significa “libri”, è composta da 73 volumi scritti da svariati autori. Si divide in due parti: Antico e Nuovo Testamento.  L’Antico Testamento è composto da 46 libri e il Nuovo da 27. Gli ebrei riconoscono solo i primi 39 libri dell’Antico Testamento. 

Mappa concettuale


Come è nata la Bibbia?

Quando si parla della Bibbia, non è facile pensare ad un testo sacro scritto in più di mille anni, da molti autori, alcuni sconosciuti. Inizialmente il popolo ebraico si tramandava oralmente i racconti dell’origine mondo e la storia dei suoi patriarchi ( i capi tribù).  Insieme ai racconti essi recitavano a memoria preghiere, proverbi, poesie…
Al tempo del re Davide e di Salomone si cominciò a scrivere i racconti che prima erano tramandati solo a memoria. Dapprima vennero scritti su coccio, su tavolette d’argilla,
in seguito su rotoli di papiro o pergamena, i cosiddetti meghillah.

In quel tempo si formò una categoria di persone, molto istruite, chiamate scribi.
Dopo la venuta di Gesù i cristiani aggiunsero i loro libri, scritti fra il 50 e il e il 100 d.C.
La maggior parte dei libri dell’Antico Testamento furono scritti in ebraico, cioè la lingua che si parlava allora in Palestina. Tutto il nuovo Testamento fu invece scritto in greco, lingua diffusa in tutto l’impero romano nel I e nel II secolo d.C.
Gli scrittori della Bibbia sono detti scrittori sacri perché ispirati da Dio, ecco perché la Bibbia è detta anche parola di Dio o Sacra Scrittura.

Per approfondire clicca sul libro

La Bibbia di Gutenberg

La Bibbia è il libro più diffuso nel mondo, tradotto in molte lingue e dialetti. Essa fu il primo libro ad essere stampato nel 1453 da Johann Gutenberg (1398-1468), l’inventore della stampa a caratteri mobili. Possiamo dire che grazie a Gutenberg nacque la Bibbia nel formato moderno.

Per capire la Bibbia

Per poter capire il vero significato di ogni frase biblica occorre poterla collocare nel genere letterario rispetto al contesto storico in cui è nata. A seconda del contenuto e del messaggio che volevano trasmettere, infatti, gli autori biblici si servivano di diversi generi letterari, cioè varie forme del linguaggio scritto. In una biblioteca moderna, i libri sono classificati secondo il tipo letterario: romanzi, novelle, poesia, storia, biografie, opere di teatro, ecc.
La Bibbia, somiglia a una piccola biblioteca e contiene un’infinità di forme, all’interno di uno stesso libro. Ecco i più conosciuti:

Le terre della Bibbia

Tutti gli eventi narrati nella Bibbia si svolgono nel Vicino Oriente. Le vicende dell’Antico Testamento hanno luogo in Israele e nei paesi a nord e a est; quelle del Nuovo Testamento in Israele e in alcuni paesi europei che si affacciano sul Mediterraneo.

Chi ha deciso cosa fa parte della Bibbia?

 

 

L’Antico Testamento

L’Antico Testamento narra l’Antica Alleanza tra Dio e il popolo d’Israele. Comprende il periodo che va dalla creazione dell’universo fino all’attesa del Messia, questa parte è sacra anche per gli Ebrei. E’composto da 46 libri, tutti diversi tra loro. Alcuni sono brevi, altri più estesi. Alcuni libri sono scritti in versi, altri in prosa. Parecchi sembrano libri di storia e altri sembrano dei piccoli romanzi. Vi è anche un libro che è una raccolta di proverbi e uno di preghiere. Altri libri contengono ciò che hanno detto e fatto i profeti.

 

 

Il Nuovo Testamento

Il Nuovo Testamento comprende 27 libri e narra la Nuova Alleanza tra Dio e l’umanità, realizzata da Gesù Cristo. Esso comprende le vicende dei suoi discepoli che formarono la Chiesa. 
Quasi metà del Nuovo Testamento è formato dai Vangeli, quattro narrazioni che raccontano  gli episodi della vita di Gesù, le sue parole, le sue opere

Ecco una simpatica animazione che riassume il tutto

 

I Vangeli

 

Presentazione multimediale sui Vangeli

Come sono nati i Vangeli?

 

 

Come si consulta la Bibbia?

La Bibbia, per facilitare la consultazione, fu divisa in capitoli e versetti (frasi) da Roberto Stefano, uno stampatore, nel 1555. Questo sistema si rivelò così utile che non fu più modificato.
Ecco un esempio per capire come si cerca un testo nella Bibbia.

 

 

Prova a ricercare qualche brano nella Bibbia


Cerca nella BIBBIA

Per citazione
(es. Mt 28,1-20):





Per parola:



 

 

 

 

Indovina i simboli dei Vangeli

 

 

 

 

2 Commenti

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.